Cerca
Cos’è l’AAMS?
Se siete residenti in Italia assicuratevi di giocare solo nelle sale da poker online autorizzate dai Monopoli di Stato, ovverosia l'AAMS. La legislazione italiana richiede infatti che per poter operare sul territorio italiano, casinò e poker room debbano avere i requisiti posti dall'autorità AAMS. Tra i requisiti richiesti per ottenere una licenza sono degni di nota quelli sui server. Essi possono risiedere all'estero purchè all'interno dell'Unione Europea e devono garantire un link remoto permanente con il sistema centralizzato dell'AAMS per la validazione delle scommesse, il monitoraggio della regolarità e a fini fiscali.

Giocate quindi solo su siti che mostrano il marchio AAMS, poiché questa è una garanzia per i giocatori, ma soprattutto giocate in modo responsabile. Ricordarevi l'importanza di fare pratica senza soldi per affinare la vostra tecnica e scoprire le migliori strategie.
Quasi 1000 persone già seguono TreasurePoker.
Seguici anche tu!

Nonostante la straordinaria prestazione e vittoria Annie Duke è parsa contrariata dalle donne nel poker, infatti ha dichiarato che nonostante la grande esplosione di giocatrici nel mondo del poker, nulla è ancora cambiato.
In Aprile è stata la volta di Vanessa Selbst e anche di Liv Boeree, infatti hanno vinto rispettivamente il Main Event del NAPT Mohegan Sun e l’European Poker Tour di Sanremo, sempre il Main Event. Con questi due successi in tornei molto importanti potrebbe esserci stata finalmente la svolta nel mondo del poker. Le donne e il poker nel 2010 sembra un connubio molto favorevole.

Giugno è stato un mese nel quale nessuna giocatrice è riuscita a vincere un titolo di rilievo, le WSOP nonostante la partecipazione della tanto attesa Annette Obrestad sono restate di totale dominio dei giocatori maschi. La Obrestad aveva parlato degli eventi femminili come di “Easy Money”, aggiungendo che da sempre le donne sono scarse nel poker. Alla fine delle WSOP è andata a premi 4 volte per circa $40,000.

Dopo che le World Series of Poker sono terminate senza nemmeno un braccialetto al femminile si è passati ad un Agosto senza grandi vittorie per giungere però finalmente a Settembre dove la Selbst raggiunge il final table del Main Event del Partouche Poker Tour, per vincerlo poi in Novembre aggiungendo a questo il quarto posto all’evento High Roller dell’European Poker Tour di Londra. Non è stata però l’unica donna a fare bene a Londra infatti anche Annette Obrestad ha addirittura vinto il torneo di heads up.

Trasferendosi poi in Asia il 2010 delle donne del poker è continuato alla grande, infatti durante il mese di Novembre Young-Shin Im, una giocatrice coreana ancora non conosciutissima in Occidente ha vinto l’APPT Cebu Main Event – con questo sono 4 i tavoli finali per la Im in 2 anni, quindi una stella nascente del poker asiatico. La stessa giocatrice si è scontrata con il suo fidanzato nel tavolo finale, il quale è finito al terzo posto vincendo meno di 50,000$.

L’anno delle donne del poker si è concluso lasciando spazio alla stupenda Vanessa Rousso per ottenere il terzo posto durante il World Poker Tour Doyle Brunson 5 Diamond World Poker Classic, un torneo dal nome e dai contenuti molto importanti. Infatti il torneo era ultra carico di grandi nomi tra i quali ricoardiamo: Kirk Morrison, John Racener, Ted Lawson, Adrew Robl e ovviamente il grandissimo vincitore Antonio Esfandiari.

Il 2011 è ormai iniziato e si preannuncia un altro grande anno per le donne del poker, resta da vedere se riusciranno a confermarsi le grandi campionesse e quante nuove leve arricchiranno i tavoli dei circuiti di poker.

Lascia un Commento