Cerca
Cos’è l’AAMS?
Se siete residenti in Italia assicuratevi di giocare solo nelle sale da poker online autorizzate dai Monopoli di Stato, ovverosia l'AAMS. La legislazione italiana richiede infatti che per poter operare sul territorio italiano, casinò e poker room debbano avere i requisiti posti dall'autorità AAMS. Tra i requisiti richiesti per ottenere una licenza sono degni di nota quelli sui server. Essi possono risiedere all'estero purchè all'interno dell'Unione Europea e devono garantire un link remoto permanente con il sistema centralizzato dell'AAMS per la validazione delle scommesse, il monitoraggio della regolarità e a fini fiscali.

Giocate quindi solo su siti che mostrano il marchio AAMS, poiché questa è una garanzia per i giocatori, ma soprattutto giocate in modo responsabile. Ricordarevi l'importanza di fare pratica senza soldi per affinare la vostra tecnica e scoprire le migliori strategie.
Quasi 1000 persone già seguono TreasurePoker.
Seguici anche tu!

Archivi per la categoria ‘Giocatori’

Randy Lew è uno dei giocatori online più popolari e che hanno vinto più soldi a livello mondiale. Il suo username “nanonoko” è ormai conosciuto praticamente da tutti i giocatori del mondo e tutti vogliono cercare di batterlo. Non è da oggi che si sa che questo giocatore è un reale fenomeno in tutti i sensi, non bastasse, il professionista di PokerStars è ancora una volta alla ricerca di un record, ed in questo caso bisognerà scomodare il Guiness dei Primati e il tutto avverrà durante la prossima avventura organizzata proprio da PokerStars con il PokerStars Caribbean Adventure.

Ovviamente PokerStars non è assolutamente nuova ad iniziative di questo genere, basti pensare al “record dell’ora” che vide come protagonista Bertrand Grospellier. Nel caso di Lew non si sa ancora niente però. Ovviamente l’interesse verte sul fatto che bisognerà inventarsi una sfida che non sia solo provante per il giocatore, ma che chiunque possa essere in grado di comprendere e di seguire con interesse. Infatti il poker si sta trasformando in un gioco sempre più mediatico e l’importanza del pubblico è fondamentale anche in questo caso.

Leggi il resto di questo articolo »

E’ il momento di Gus Hansen, infatti il giocatore danese sembra in grandissima forma e continua la sua scalata ai tavoli High Stakes di FullTilt Poker. Nel solo 2011 Gus Hansen è in positivo di quasi 3 milioni di dollari.

L’ultima tacca sul suo fucile è stata Rui Cao. Il professionista aveva iniziato molto bene la sfida arrivando a vincere 424,000$, dopo di questo è arrivato Gus Hansen, ed in sole 113 mani ai limiti di 500$/1000$ Cao ha perso 350,000$ giocando a Omaha Pot Limit.

Lasciato alle spalle il terribile 2010 Gus Hansen è alla riscossa nel 2011; la sua posizione nella classifica di ogni tempo dei tornei live lo vede al nono posto con più di 9 milioni di dollari, ma lo scorso anno ne ha persi altrettanti giocando ai tavoli High Stakes. Nell’estate del 2010 sembrava un giocatore perso e “The Great Dane” era la preda dei molti squali che si aggirano su questi tavoli.

Leggi il resto di questo articolo »

E’ la bella player russa a trionfare al WPT francese. Natalia ‘Natalina’ Nikitina vince un tavolo finale molto combattuto dopo una sfida lunga oltre 13 ore contro giocatori molto agguerriti e pericolosi. La russa domina il tavolo finale da prima con il suo fascino e poi con la sua abilità incamerando un successo importante come quello del WPT Paris National Series, torneo organizzato e sponsorizzato da PartyPoker con alla partenza un campo giocatori di 188 unità. La nativa di Leningrado incassa con questa vittoria 211,000 Euro dopo aver fatto un patto con il secondo classificato Alexandre Brivot.

La glaciale, bella e molto aggressiva giocatrice è conosciuta per essere una frequentatrice abituale dei tavoli High Stakes online, dove gioca molto ai tavoli di Omaha Pot Limit. Il suo talento è stato confermato da questa vittoria nel gioco dal vivo aggredendo i suoi avversari fin dalle prime battute, partendo in svantaggio a causa di un brutto day 4 e recuperando sull’ex chip leader Benjamin Pollak. Ha incontrato avversari molto forti che hanno reso la competizione molto emozionante e la vittoria ancora più importante.

Leggi il resto di questo articolo »

A Nottingham, nella tappa del UKiPT organizzata da PokerStars, la vera attrazione è stata Liv Boeree che ha cercato di prendere di sorpresa i media inglesi con una dichiarazione particolare; infatti la bellissima giocatrice britannica ha detto di volersi trasferire a vivere a Las Vegas per continuare al meglio la sua carriera che la vede divenire una giocatrice professionista sempre migliore. Il suo progetto è già in atto e non dovrebbe mancare troppo tempo, ma prima di questo vorrebbe vincere un altro titolo dell’European Poker Tour.

Nonostante Las Vegas abbia indubbiamente perso gran parte del suo antico fascino ed abbia subito grandi critiche dai giocatori più famosi del mondo a causa della mancanza di tavoli adatti a grandi campioni, e tra questi certamente Phil Ivey, Tom Dwan ed il leggendario Doyle Brunson che però sono ancora residenti in Nevada, nonostante abbiano più volte paventato l’idea di trasferirsi altrove, probabilmente anche a causa delle agevolazioni fiscali legate alla residenza a Sin City. Certamente per i grandi campioni poter avere una vicina di casa come la bellissima giocatrice britannica potrebbe essere un incentivo a rimanere nella Strip e rendere Las Vegas sempre più ricca di grandi campioni di poker.

Leggi il resto di questo articolo »

Ilari “Ziigmund” Sahamies è stato uno dei protagonisti degli ultimi mesi sui tavoli Cash Game e dopo un periodo di grande fortuna sta cercando di uscire da una crisi che lo ha visto dilapidare gran parte del patrimonio accumulato negli anni passati. Nel solo 2010 è riuscito a perdere 2 milioni di dollari sui difficilissimi tavoli High Stakes di FullTilt Poker e anche il 2011 non sembra essere cominciato sotto auspici migliori. In poche settimane il suo passivo nella Red Room è di 172,000$ avendo giocato 57 differenti sessioni. Uno score che non preannuncia niente di buono e che vede il giocatore perso in un tunnel che sembrava senza uscita.

Leggi il resto di questo articolo »