Benvenuto a Treasure Poker, un portale dedicato al Poker ed in particolare al Texas Hold'em Poker, attualmente la variante più conosciuta e praticata al mondo. Qui potrete approfondirne le regole e scoprirne segreti e strategie, potrete inoltre leggere le ultime notizie e le recensioni delle migliori sale da poker, le più popolari ed affidabili e con le più belle promozioni.

Il Texas Hold'em è una forma di poker molto complessa perchè il modo corretto in cui una mano dovrebbe essere giocata è spesso opinabile. Ma giocando l'hold'em, il giocatore esperto può guadagnare la maggior quantità di denaro con un rischio accettabile ed inoltre questa variante di poker offre al giocatore esperto numerose opportunità di effettuare giocate intelligenti che sottraggono ulteriore denaro all'ignaro sfidante.
David Sklansy e Mason Malmuth

La complessità del poker è ben nascosta nella sua apparente semplicità. In molti sottovalutano, trascurano o del tutto ignorano quanto la psicologia abbia un ruolo fondamentale nello svolgersi di questo gioco. Bisogna prendere coscienza che il poker si gioca più sugli avversari che sulle proprie carte. Si vince entrando nella testa degli avversari e li si convince che la tua è la mano migliore, a prescindere dalle carte che hai realmente in mano. Ovviamente avere delle buone carte facilita il tutto e semplifica la vita (anche se l’abilità sta in questo caso nel massimizzare la vincita), ma non è strettamente necessario avere delle buone carte per vincere un pot.

Fermatevi sempre a pensare che i vostri avversari vi stanno studiando come voi studiate loro. Rimanete concentrati e vigili. Attendeteli. Scrutateli. Scopritene i punti deboli. La psicologia nel poker è la chiave di volta che vi permetterà di affrontare grandi difficoltà e uscirne indenni. Studiare gli avversari non è sempre facile, ma è un processo assolutamente fondamentale per riuscire a comprendere come il gioco si sviluppa, come si potrà sviluppare e come si svilupperà realmente. Pensate ad ogni mossa che state facendo e non lasciate niente al caso, siate sempre presenti alle vostre azioni e potrete di conseguenza comprendere fino in fondo come comportarvi nelle differenti occasioni che sarete chiamati ad affrontare.

Leggi il resto di questo articolo »

Capita molto spesso di ritrovarsi con un progetto (draw) di colore o scala in mano, e questa è di certo una delle mani più difficili da giocare, in quanto non si ha una mano completa e si sta con la speranza di un’ultima carta che possa farcela realizzare.

I casi conclusivi sono quindi due: la carta che ci serve esce e ci ritroviamo con una mano molto forte in mano, la carta che ci serve non esce e magari ci ritroviamo ad aver investito tanti soldi in un piatto perso al 99% (1% lo lasciamo nel caso in cui gli altri giocatori nella mano abbiamo bluffato o in caso di realizzazione mano secondaria, come coppia, doppia coppia, ecc…)

Come già detto, abbiamo due tipi di draw, quello di scala e quello di colore e quindi li tratteremo come due argomenti separati.

Leggi il resto di questo articolo »

Se avete iniziato a giocare a poker da un po’ di tempo avrete capito che una delle cose più importanti al tavolo è la lettura dell’avversario, per farlo uno degli aiuti più grandi che si può cercare nell’opponente sono i cosidetti “tells”. Ma cos’è un “tell”? Semplicemente una reazione fisica che non si riesce spesso a controllare, sono a volte movimenti quasi impercettibili che un giocatore compie involontariamente e che spesso ne rivelano le carte o almeno lo stato d’animo. Ovviamente solo l’esperienza vi può dare la perfetta lettura di queste situazioni.

Ogni giocatore può essere soggetto ad avere dei “tells”; è per questo che molti utilizzano felpe con maniche lunghe e cappuccio o più classicamente occhiali da sole, visto che gli occhi sono spesso il punto più debole, soprattutto per i giocatori non professionisti.

Leggi il resto di questo articolo »

Non in molti conoscono, e di quelli che lo conoscono non in molti giocano, il Cash Game, ossia l’essenza del poker. In Italia non si usa molto giocare Cash, visto che la legge ancora non lo permette, anche se siamo sulla strada giusta forse, visto che ormai sono molti anni che si attende.

Il Cash Game è tutto un altro tipo di gioco rispetto a quello denominato poker sportivo, infatti il limite non è più dato dallo stack in chips (attualmente voi cambiate il buy in di entrata al tavolo con un ammontare prefissato di chips), ma nei tavoli Cash è dato da soldi reali, non ci sono più chips da giocare. Quando il gioco si fa duro i duri incominciano a giocare e tutti i più grandi campioni prima o poi finiscono a giocare ai tavoli Cash, anche se non per forza agli High Stakes come quelli di FullTilt dove si giocano cifre astronomiche e dove si sfidano i più grandi campioni come Phil Ivey, Patrik Anotonius, Gus Hansen, Tom Dwan e tutti gli amanti del brivido. Magari in tavoli più moderati dai limiti più accettabili, dove anche un giocatore normale può mettersi a confronto e non doversi impegnare la casa come siamo stati abituati a vedere nei film di una volta.

In ogni caso il Cash Game è veramente l’essenza di questo gioco e d’altra parte è anche la sua pericolosità, infatti, non essendoci più il limite del buy in, “andare sotto” diventa molto doloroso 🙂 Ricordatevi sempre di commisurare le vostre perdite alle vostre possibilità e mai oltre. Ora che anche in Italia questa modalità di gioco è stata accettata e resa legale saranno in molti a provare l’ebrezza di sfidare altri giocatori ai tavoli di Cash Game. Per coloro che ancora non hanno avuto questa incredibile opportunità si aprirà un mondo nuovo emozionante e a volte pericoloso.

La guerra dei rialzi (“re-raise”)

Avete una possibilità di vincere anche in caso di una “guerra dei rialzi” (se avete una mano marginale o un progetto), e state giocando 1 contro 1.

Se le fiches che vi sono rimaste sono poche e la mano marginale è una top pair o meglio allora potete andare all-in nel caso in cui il vostro avversario attacchi. Con qualsiasi mano che appartiene al tipo 3 dovrete invece passare. Questi sono i limiti. Di solito il problema principale è giocare delle mani che combinano caratteristiche che appartengono a differenti tipologie.

Per esempio una tipica situazione si verifica quando avete una coppia bassa ed un progetto contro una coppia più alta. In questo caso il fattore principale che dovreste considerare sono le “pot odds” ossia il rapporto tra il denaro nel piatto e la somma da chiamare per rimanere in gioco. Esempio: se su un piatto da $500 viene fatto un rilancio di $100 le pot odds sono pari a 100/500=1/5. Per stabilire le vostre probabilità di vincere dovreste farvi un’idea delle mani dei vostri avversari. Nel caso non abbiate l’esperienza necessaria per farlo, potete assumere con buona approssimazione che il vostro avversario abbia una top pair con un buon kicker. Potete a questo punto provare a calcolare le vostre possibilità di vincere contro questa ipotetica mano del vostro avversario. Quindi dovrete confrontare questo valore con le pot odds.

Cerca
Cos’è l’AAMS?
Se siete residenti in Italia assicuratevi di giocare solo nelle sale da poker online autorizzate dai Monopoli di Stato, ovverosia l'AAMS. La legislazione italiana richiede infatti che per poter operare sul territorio italiano, casinò e poker room debbano avere i requisiti posti dall'autorità AAMS. Tra i requisiti richiesti per ottenere una licenza sono degni di nota quelli sui server. Essi possono risiedere all'estero purchè all'interno dell'Unione Europea e devono garantire un link remoto permanente con il sistema centralizzato dell'AAMS per la validazione delle scommesse, il monitoraggio della regolarità e a fini fiscali.

Giocate quindi solo su siti che mostrano il marchio AAMS, poiché questa è una garanzia per i giocatori, ma soprattutto giocate in modo responsabile. Ricordarevi l'importanza di fare pratica senza soldi per affinare la vostra tecnica e scoprire le migliori strategie.
Quasi 1000 persone già seguono TreasurePoker.
Seguici anche tu!